L’80% dei possessori di Uniswap supporta la catena BNB per il protocollo V3


Uniswap (UNI), un protocollo decentralizzato, è pronto a lanciare la terza versione della sua piattaforma. Il protocollo mira a fornire una piattaforma adatta in cui gli utenti possono scambiare senza problemi i token ERC-20 senza utilizzare un portafoglio ordini.

Per il lancio della v3, il protocollo ha effettuato un ‘test di temperatura’ per una possibile blockchain da utilizzare. La proposta era di distribuire Uniswap v3 sulla Binance Smart Chain (BNB) invece che sulla blockchain di Ethereum. La proposta ha portato la comunità UNI a votare sul proprio forum governativo utilizzando i token UNI.

Sorprendentemente, circa l’80% dei detentori di UNI ha sostenuto l’implementazione di Uniswap v3 sulla catena BNB, rivale di Ethereum. Sfortunatamente, questo ha lasciato una percentuale inferiore di voti per la blockchain di Ethereum, facendole perdere la proposta di controllo della temperatura.

0xPlasma Labs, un protocollo di finanza decentralizzata, contribuisce alla proposta. Secondo il post su Twitter, l’azienda notato che il “Controllo della temperatura” sulla proposta ha ottenuto 20 milioni di voti per “SÌ”. Inoltre, i voti di sostegno sono arrivati ​​da 6.495 elettori di $UNI, i numeri di voto più significativi nella storia del sistema di Governance di Uniswap.

Il CEO di 0xPlasma Labs elenca i vantaggi dell’implementazione di Uniswap V3 sulla catena BNB

Di recente, il CEO di 0xPlasma Labs, Ilia Maksimenka, ha scritto una proposta per l’implementazione del protocollo Uniswap v3. Il CEO ha spiegato i vantaggi dell’implementazione del nuovo protocollo v3 sulla catena BNB.

Maksimenka ha citato la scadenza della licenza di Uniswap come uno dei motivi per scegliere BNB Chain. Inoltre, ha affermato che la catena ha molti pacchetti che aiuterebbero ad aumentare la popolarità di Uniswap nello spazio DeFi. Alcuni includono transazioni elevate, commissioni basse, opportunità di staking, supporto cross-chain, ecc.

Inoltre, il CEO ha riconosciuto che Binance ha acquisito una presenza globale, essendo valutato come il più grande scambio di criptovalute al mondo. Quindi, in quanto marchio forte, l’utilizzo della catena BNB farà avanzare rapidamente la consapevolezza e l’adozione della versione v3 a livello globale per Uniswap.

La proposta ottiene supporto

La proposta ha ricevuto il sostegno di altre aziende e partecipanti crittografici. Ad esempio, ConsenSys, una società di software blockchain dietro uno dei clienti più importanti di Ethereum, è ottimista riguardo alla mossa di distribuzione.

Lo stratega della governance DAO di ConsenSys, Cameron O’Donnell, rivelato la posizione della società. In primo luogo, l’azienda ha notato la necessità per Uniswap di essere agnostico nel suo servizio agli utenti, in particolare nello spazio Web3, anche con la scadenza della licenza ad aprile.

Pertanto, O’Donnell ha sostenuto che gli utenti della piattaforma esistenti e futuri avrebbero goduto di una piattaforma sicura e solida per lo scambio decentralizzato attraverso il mercato BSC. Altro commenti di supporto è arrivato da Brian-Armstrong, CEO di Coinbase, e Modong è anch’egli ottimista sull’implementazione di Uniswap v3 su BNB Chain.

Il team di Plasma Finance ha iniziato la sua attività dopo che la comunità di governance di Uniswap ha approvato la proposta. Il team ha notato che potrebbero essere necessarie dalle cinque alle otto settimane per distribuire tutti i contratti intelligenti Uniswap pertinenti alla catena BNB.

Il prestazioni di prezzo di UNI era interamente sulla corsia positiva negli ultimi 30 giorni. Il token ha guadagnato oltre il 28% nell’ultimo mese e ha mostrato un leggero aumento dello 0,38% negli ultimi sette giorni.

L'80% dei possessori di Uniswap supporta la catena PoS BNB per l'implementazione del protocollo V3
UNI tende al ribasso sulla candela giornaliera l UNIUSDT su Tradingview.com

Ma al momento in cui scrivo, UNI sta operando a $ 6,60che indica un calo nelle ultime 24 ore.

Immagine in primo piano da CityAM, grafici da Tradingview



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *