Il chatbot AI pone un test per le business school con il superamento dell’esame del corso MBA


Elon Musk ha a lungo liquidato l’MBA come irrilevante o dannoso, ma ora un’azienda sostenuta dallo schietto imprenditore tecnologico sta minacciando di minare direttamente il valore della laurea in economia di punta: il chatbot di intelligenza artificiale ChatGPT.

Christian Terwiesch, professore presso la Wharton dell’Università della Pennsylvania, una delle più antiche e prestigiose business school degli Stati Uniti, ha deciso di mettere alla prova le crescenti preoccupazioni circa il potere di ChatGPT e ha scoperto con sua sorpresa che potrebbe superare alcuni degli studenti sul suo corso di gestione delle operazioni, una materia fondamentale MBA.

Nel suo libro bianco “Chat GPT3 otterrebbe un Wharton MBA?” pubblicato questa settimana, ha concluso: “Chat GPT3 avrebbe ricevuto un voto da B a B all’esame. Ciò ha importanti implicazioni per l’istruzione delle scuole di economia”, citando la necessità di rivedere le politiche degli esami, la progettazione del curriculum e l’insegnamento.

Il chatbot, che è stato temporaneamente sopraffatto da un’ondata di domande nelle ultime settimane, ha suscitato la preoccupazione di molti accademici, compresi quelli delle business school, che gli studenti lo useranno per imbrogliare nei loro saggi ed esami.

“Sono uno degli allarmisti”, ha affermato il professor Jerry Davis della Ross Business School dell’Università del Michigan, che lunedì ha convocato una riunione di facoltà per discuterne le implicazioni. “La nostra intera impresa nel campo dell’istruzione è messa alla prova da questo, e diventerà sempre più impegnativa. È tempo di un ripensamento dall’alto verso il basso.

Francisco Veloso, decano dell’Imperial College Business School di Londra, ha dichiarato: “Stiamo discutendo seriamente e un gruppo di lavoro sta analizzando le implicazioni di ChatGPT e altri strumenti simili che sappiamo che i nostri studenti intraprendenti e creativi stanno usando, e formuleremo politiche in giro così presto.

Pur sottolineando che il crescente utilizzo della tecnologia AI era inevitabile e persino ampiamente auspicabile, ha chiesto chiare politiche di divulgazione in classe sull’eventuale utilizzo di ChatGPT da parte degli studenti e ha previsto misure di mitigazione tra cui “tornare al lavoro scritto a mano, nonché più lezioni orali e di classe – o almeno sincrone – discussioni.

Microsoft, il gigante del software co-fondato da Bill Gates, che ha abbandonato l’Università di Harvard senza nemmeno finire la laurea, è attualmente in considerazione un investimento di $ 10 miliardi in OpenAI, la società dietro ChatGPT in aggiunta al $ 1 miliardo che ha stanziato nel 2019.

Molti prevedono che la tecnologia sconvolgerà radicalmente una gamma più ampia di attività al di là dell’istruzione, comprese le ricerche su Internet e il mondo del lavoro.

Lo stesso Musk, il fondatore di Tesla e uno dei fondatori originali di OpenAI, ha sostenuto che i laureati MBA mancano di sufficienti capacità di pensiero critico e si concentrano troppo sulle riunioni del consiglio di amministrazione e sulle prestazioni finanziarie a scapito di avvicinarsi al prodotto e camminare per la fabbrica. .

Ironia della sorte, Terwiesch ha concluso che mentre ChatGPT si è dimostrato straordinariamente alfabetizzato e analitico nell’elaborare le risposte alle domande che gli ha posto sulla gestione delle operazioni e sull’analisi dei processi, le sue capacità di calcolo erano molto più limitate. Non lo ha testato rispetto al curriculum MBA completo, che include marketing, finanza, contabilità e altre materie.

“Sono stato semplicemente sopraffatto dalla bellezza della formulazione: conciso, scelta delle parole, struttura. È stato assolutamente geniale”, ha detto al FT. “Ma la matematica è così orribile. La lingua e l’intuizione sono giuste, ma anche la matematica relativamente semplice della scuola media è stata così sbagliata.

Ma ha sottolineato che potrebbe migliorare rapidamente le sue risposte quando vengono forniti indizi e, più in generale, la tecnologia ha offerto notevoli possibilità in futuro, anche nella stesura e correzione dei test agli insegnanti gratuiti per un supporto più prezioso agli studenti.

Ha anche suggerito un’applicazione di ChatGPT che potrebbe minacciare i numerosi ex studenti delle scuole di economia che perseguono carriere come consulenti sfornando rapporti e raccomandazioni.

Gli studenti attuali potrebbero affinare il loro giudizio contro le ottime prestazioni del chatbot nel “recitare il ruolo di quel consulente intelligente (che ha sempre una risposta elegante, ma spesso sbaglia)”, afferma il rapporto di Terwiesch.

Kara McWilliams, responsabile degli ETS Product Innovation Labs, che applica l’intelligenza artificiale all’apprendimento e alla valutazione e ha sviluppato strumenti per identificare le risposte generate dall’intelligenza artificiale, ha dichiarato: “Abbiamo davvero bisogno di adottare tecnologie avanzate nell’istruzione. Ricordi quando è entrata in gioco la calcolatrice e c’era una grande paura di usarla? Sono dell’idea che l’IA non sostituirà le persone, ma le persone che usano l’IA sostituiranno le persone”.

Ha sostenuto che ChatGPT potrebbe aiutare i docenti con la pianificazione delle lezioni, la creazione del programma e lo sviluppo di appunti per le lezioni. “Saranno in grado di togliersi dal piatto molti compiti umili dell’istruzione superiore in modo che possano concentrarsi sull’apprendimento. C’è una reale opportunità per una maggiore personalizzazione”.

Andrew Karolyi, decano dell’SC Johnson College of Business della Cornell University, ha affermato che mentre molti accademici sono stati colti di sorpresa da ChatGPT e che i codici di condotta e le dichiarazioni di integrità accademica dovrebbero essere aggiornati, “la mia speranza è che i professori sollevino l’argomento attivamente nelle loro classi per coinvolgere gli studenti nell’inquadrare l’IA come uno strumento di apprendimento prezioso.

“Una cosa che tutti sappiamo per certo è che ChatGPT non scomparirà”, ha affermato. “Semmai, queste tecniche di intelligenza artificiale continueranno a migliorare sempre di più. Gli amministratori di facoltà e università devono investire per istruirsi”.

ChatGPT ha risposto al FT che era “improbabile” uccidere l’MBA.

“Sebbene l’intelligenza artificiale e l’apprendimento automatico possano automatizzare determinate attività e renderle più efficienti, non hanno ancora la capacità di replicare completamente le complesse capacità decisionali e di pensiero critico sviluppate attraverso i programmi MBA”, ha affermato. “Inoltre, i programmi MBA offrono opportunità di networking e accesso a professionisti del settore che non possono essere replicati dalla tecnologia”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *